La scuola è luogo di amicizie importanti, di condivisione, di crescita; ma a volte è proprio in questo ambiente positivo che, dietro i sorrisi di centinaia di bambini, si nasconde un lato oscuro, scomodo e doloroso. Giada è una ragazza tanto timida quanto forte, che ha trovato il coraggio di affrontare le difficoltà a testa alta e di dare l’esempio. Marilena, sua madre, le è sempre stata affianco supportandola e incoraggiandola a seguire i suoi sogni. Mauro è l’agente di polizia che si è occupato del loro caso. Una singola vicenda che appartiene a tutti noi, giovani di oggi e ragazzi di ieri.

Una risposta

  1. Grazie per questo webinar. E’ arrivato al momento giusto, durante il quale sto lavorando con i miei alunni per risolvere problemi di prevaricazioni in classe. Ripeto sempre che la classe è la famiglia della scuola, dove ci si aiuta, si litiga, si dialoga e soprattutto ci si unisce.
    Grazie ancora
    Stefania Spigariol (insegnante di Lettere all’Istituto Alberghiero Alberini di Lancenigo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *